Banca Farmafactoring, Conto Facto: Recensione Completa

Depositare i proprio risparmi e vederli crescere è desiderio di molti, tuttavia negli ultimi anni tale operazione è diventata più difficile.

Una delle cause di tale difficoltà è legata ai bassi tassi di interesse che le banche (sia quelle online che quelle tradizionali) offrono ai correntisti.

In questo articolo vediamo quali sono i tassi di interesse proposti da Banca Farmafactoring, soffermandoci anche ad analizzare quali sono i costi e le spese legate alla gestione e alle operazioni effettuabili (come l’imposta di bollo) e quali sono le opinioni sul Conto Facto di banca FarmaFactoring: conviene depositarvi i propri risparmi?

Ecco la nostra recensione volta a permettervi di capire se tale banca è affidabile.

La situazione attuale

Prima di iniziare la nostra analisi sul Conto corrente di banca FarmaFactoring vogliamo fare una premessa, spiegando a grandi linee il perché la situazione attuale risulta critica per chi vuole risparmiare: gli istituti bancari offrono tassi di interesse piuttosto bassi a causa delle imposizioni pervenute dalla BCE, la quale ha deciso, con la sua politica di Quantitative easing, di scoraggiare i risparmiatori a vincolare somme di denaro sui vari conti, con l’intento di incentivarli a compiere altre operazioni, come mutui e finanziamenti.

L’obiettivo finale è quello di riattivare l’economia  nell’Eurozona, aumentando il denaro in circolo sul mercato. Le conseguenze ovviamente si sono riversate su tutte le banche europee, che hanno iniziato a garantire tassi davvero poco vantaggiosi.

Vediamo quali sono quindi le proposte del conto deposito Facto e Facto Plus di banca FarmaFactoring, sottolineando che tale banca è considerata una tra le più solide nel panorama italiano. Il conto da essa offerto è disponibile in due versioni, come anticipato: conto Facto e conto Facto Plus.

Conto Facto: recensione ed opinioni

Iniziamo la nostra analisi esaminando la proposta di Conto Facto: si tratta di un conto deposito online il quale vuole fornire modalità d’investimento personalizzate permettendo al correntista di scegliere la durata dell’investimento in maniera flessibile.

Si tratta di un conto sicuro? La risposta è positiva, poiché tale conto, come tutti i conti deposito, garantisce la protezione delle somme fino a 100 mila euro grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei depositi.

Conto Facto non prevede spese, né per le operazioni e i movimenti effettuati all’interno del conto, né per i bonifici eseguiti in uscita.

Inoltre l’imposta di bollo è a carico di Banca Farmafactoring. Come diventare correntisti? L’importo minimo da investire in apertura (che si può svolgere completamente online) ammonta a 5.000 euro e il tasso lordo garantito al cliente è dell’1,55% per i depositi a 12 mesi.

Tale tasso aumenta sino all’1,65% per i depositi vincolati per 24 mesi ed all’1,75% per i depositi vincolati per 36 mesi. Attenzione quando scegliete la durata del vincolo, in quanto il cliente non ha la possibilità di modificare la durata del vincolo una volta stipulato il contratto.

Conto Facto Plus

Vediamo ora il conto e le condizioni offerte dall’opzione Facto Plus. Il vincolo ad esso legato è maggiormente flessibile, tuttavia garantisce anche interessi più bassi.

Se per Conto Facto la durata minima del vincolo è di 3 mesi, per Conto Facto Plus la durata minima del vincolo è pari a 9 mesi e può protrarsi fino ad un massimo di 36 mesi.

Vediamo ora la differenza nei tassi di interesse: il tasso per un periodo di 12 mesi ammonta all’1,25% lordo e sale all’1,45% per un vincolo di 24 mesi; infine raggiunge l’1,55% per 36 mesi.

Quali sono i vantaggi di Facto Plus? In primo luogo le somme si possono svincolare senza penali (per le cifre fino al 30% dell’importo depositato, anche in più quote).

Il secondo vantaggio invece si riscontra quando si versano nuove somme: se vincolate per un periodo maggiore si può accedere al programma a punti Club Facto, così come quando si porta un conoscente a diventare cliente della banca.

Banca Farmafactorig: interessi

Una breve nota sugli interessi. Essi maturano giornalmente e vengono liquidati annualmente, al 31 dicembre di ogni anno, sul conto deposito (ciò per quanto riguarda gli interessi maturati sulla giacenza libera).

In relazione ai vincoli sottoscritti, invece, gli interessi sono liquidati posticipatamente sul conto deposito (ossia alla scadenza dei singoli vincoli), insieme alle somme vincolate.

Conviene il conto Facto di Banca Farmafactoring? È sicura?

Concludiamo il nostro articolo cercando di capire se questo istituto bancario online convenga. Conto Facto si presenta come uno strumento di risparmio e gestione del denaro in linea con le offerte del mercato dei conti deposito in Italia in questo momento, tuttavia l’assenza dell’imposta di bollo (che, lo ricordiamo, è a carico della banca in questo caso ed è dovuta sopra i 5.000 euro) rappresenta un vantaggio per il correntista.

Per ciò che riguarda gli interessi, invece, vincolare i propri risparmi per un periodo di almeno un anno garantisce un tasso netto dell’1,22%.

Conto Facto Plus, invece, propone al cliente un tasso più basso, ma garantisce la possibilità di svincolarlo. Certo, come abbiamo visto la politica adottata dalla Banca Centrale Europea impedisce di trovare conti i cui interessi siano particolarmente ghiotti, tuttavia rispetto ad altri istituti, Banca Farmafactoring propone interessi più interessanti.

E per quanto riguarda la sicurezza? Banca Farmafactoring offre ai suoi clienti strumenti di sicurezza moderni e non meno affidabili di quelli garantiti da qualunque altra banca.

Spesso l’idea di affidarsi ad una banca online spaventa: il sistema dell’home banking sicuramente alletta i risparmiatori grazie ai costi minori (in virtù dell’abbattimento dei costi di gestione allo sportello), accelera i tempi e evita di perdere tempo in code.

Tuttavia l’idea di  non potersi confrontare con un operatore e di inserire i propri dati sul web può sembra in un certo senso meno sicuro.

Banca Farmafactoring adopera però strumenti di crittografia e di protezione dei dati sensibili (e dei risparmi) che possono garantire ai clienti di dormire sonni tranquilli.

Per chi volesse invece avere informazioni sul conto deposito, ecco la sezione dedicata al miglior conto deposito del 2017!

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *