Conto Esagon: Opinioni e Rendimenti del Conto Deposito di Credito Fondiario

Conto Esagon è un prodotto conto deposito offerto da Credito Fondiario. Nella guida di oggi parleremo proprio di questo prodotto offerto dal Credito Fondiario, andandone ad analizzare le particolarità, gli eventuali vantaggi e svantaggi, cercando di capire se si tratti o meno di un prodotto che fa al caso nostro o se sia invece il caso di rivolgersi altrove alla ricerca di rendimenti sicuri.

Vediamo insieme come si comporta Conto Esagon e se sia il caso davvero di utilizzarlo come strumento per i propri risparmi.

Che cos’è Conto Esagon?

Conto Esagon è un conto deposito che viene offerto da Credito Fondiario. Un prodotto che viene offerto esclusivamente online e che dunque non sarà possibile sottoscrivere presso le filiali dell’istituto.

Questo per offrire costi più bassi e rendimenti, come vedremo tra pochissimo, leggermente superiori alla media di quanto viene offerto in Italia.

Prima di parlare di conti deposito: la situazione economica generale

Sono ormai un ricordo lontanissimo nel passato quei conti deposito che offrivano comunque rendimenti molto interessanti e che permettevano al nostro capitale di cresce a ritmo spedito.

Oggi gli interessi in area Euro sono al minimo possibile e immaginabile e questa situazione generale non ha potuto che riflettersi anche sui conti deposito, che offrono rendimenti molto più bassi di quelli offerti in passato.

Poco male, perché se Sparta piange, Atene non ride, e in campo obbligazionario i rendimenti possono essere addirittura più bassi, con picchi che vedono addirittura corrisposti interessi negativi.

Come aprire il conto Esagon

Esagon, come ti abbiamo anticipato in apertura, è un conto che può essere aperto esclusivamente online. Anche se nei paraggi della tua abitazione dovesse esserci infatti una filiale del Credito Fondiario, non ci sarà la possibilità di aprire il conto allo sportello.

Per aprire il conto sarà sufficiente recarsi sul sito internet di riferimento del conto deposito in questione e avere a disposizione:

  • codice fiscale, con una scansione del tesserino che lo riporta;
  • due diversi documenti di identità: a questo scopo potremo usare anche la patente;
  • le coordinate bancarie di un conto di appoggio, dal quale partiranno i versamenti e sui quali verranno versati gli interessi ottenuti e il capitale di riferimento al termine del contratto;
  • un indirizzo di posta elettronica, tramite la quale verranno sbrigate le pratiche di attivazione; non è necessario avere una casella PEC.

Nel caso di problemi è possibile anche farsi seguire dal numero verde messo a disposizione da Credito Fondiario: 800 535 999.

Quali sono i tassi di interesse offerti da Conto Esagon?

Conto Esagon offre un prospetto di interessi piuttosto corposo, e più alto della media del mercato all’interno del quale ci troviamo ad operare:

  • per i vincoli a 12 mesi Esagon offre un tasso lordo dell’1,50%;
  • per i vincoli a 24 mesi gli interessi corrisposti sono del 2,25%;
  • per i vincoli a 36 mesi gli interessi corrisposti sono del 2,5%;
  • per i vincoli a 60 mesi gli interessi corrisposti sono del 3%.

Tutti i tassi di interesse che abbiamo riportato sono da considerarsi come annuali. I tassi si fanno ovviamente più interessanti al crescere della durata del vincolo.

I limiti di Conto Esagon

Per aprire conto Esagon è necessario inoltre rispettare parametri e regole fissati da Credito Fondiario:

  • può essere aperto soltanto da maggiorenni;
  • il titolare deve avere solo la cittadinanza italiana ed essere residente in Italia;
  • la somma minima da versare è di 10.000 euro;
  • gli incrementi possibili sono di 1.000 euro;
  • non esistono vincoli massimi: possiamo depositare la somma che preferiamo.

Il vincolo di Conto Esagon non può essere sciolto

Gli interessi offerti da Conto Esagon sono molto interessanti, soprattutto se paragonati a quelli offerti da soluzioni analoghe sempre in conto deposito.

A fronte però di interessi particolarmente generosi abbiamo un vincolo che non può essere sciolto, neanche con del preavviso e neanche andando a rinunciare agli interessi maturati.

Le somme che andremo a destinare a Conto Esagon devono essere dunque necessariamente somme di cui non abbiamo bisogno e delle quali possiamo fare a meno anche in situazioni di eventuale emergenza.

Si tratta di una rigidità forte, che in pochissimi altri conti richiedono e che deve essere necessariamente considerata prima di investire in questo particolare conto.

Conto Esagon è sicuro?

Sì, e lo è completamente per qualunque somma sia inferiore ai 100.000 euro. In questo caso infatti opererà la tutela del Fondo Interbancario di Garanzia, che si preoccuperà di rimborsare eventuali ammanchi dell’Istituto nella somma massima di 100.000 euro per conto e per titolare di conto.

Si tratta di una tutela completa, che non può venir meno e che non esiste praticamente in nessun altro tipo di investimento attualmente presente sul mercato.

Conviene depositare le proprie somme in Conto Esagon?

Conto Esagon è un prodotto molto interessante, soprattutto per chi può permettersi di vincolare somme per lunghi periodi.

Gli interessi offerti sui vincoli a 5 anni sono molto corposi e praticamente imbattuti da qualunque altro tipo di prodotto conto deposito attualmente presente sul mercato.

Il conto non è però adatto a chi non può concedersi il lusso di un vincolo insolubile. In quel caso sarà il caso di scegliere o depositi non vincolati, oppure depositi dal vincolo meno stringente.

Ne troverai diversi recensiti sulle pagine del nostro sito, per scegliere in completa autonomia il conto che più faccia al caso tuo.

Investire oggi in conto deposito può essere ancora conveniente: basta scegliere quello che ha caratteristiche adatte alla tua situazione economica e alle tue aspettative di ritorno sull’investimetno.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *