Investire da 200 a 500 Euro: 4 Consigli per Far Fruttare i Soldi

Come investire 200 euro fino a 500 euro? Se sei in possesso di una somma che spazioa, appunto, da 200 euro fino a 500 euro, magari potresti essere interessato a non spenderla e a farla fruttare.

Tutto sommato si tratta di una cifra non proprio da niente, in considerazione della crisi attuale, soprattutto se si fa riferimento a una cifra da accantonare non una tantum, bensì mensilmente.

In questo articolo vogliamo esaminare insieme a te i diversi strumenti di risparmio e di investimento che potrebbero permetterti di fare in modo che i tuoi risparmi possano lavorare per te, accrescendo le tue finanze.

Dunque, come investire da 200 a 500 euro? E’ possibile fare soldi partendo da una cifra di 2-500 euro? Sebbene la strada non sia delle più facili, la risposta è positiva: nel corso dell’articolo vediamo di capire come.

1. Moneyfarm

La prima soluzione che vogliamo darti è quella di optare per Moneyfarm, una piattaforma di investimento tutta italiana che rappresenta una delle soluzioni più sicure e a minor rischio.

Moneyfarm è un servizio di investimento gestito, ideato a favore dei risparmiatori che abbiano qualunque genere di capitale da investire, anche i più bassi. Essa offre l’occasione di investire anche a coloro che non sono in possesso di capitali importanti, aprendo le porte della finanza ai meno facoltosi.

Tramite questa piattaforma digitale è possibile accedere a servizi di varia natura, servizi finanziari e di investimento che permettono di avere a disposizione portafogli complessi e gestiti, creati sulla base delle reali necessità e disponibilità dei clienti.

Questo significa, appunto, che il rischio a cui andrai  incontro è variabile e si adatta alle tue esigenze.

Ecco come funziona: in primo luogo, elemento vantaggioso se sei inesperto, la collocazione è avviene in automatico, tramite la compilazione di un semplice questionario. Tale modulo ti colloca in un profilo di rischio  adatto, permettendo di scegliere tra diverse opzioni automatiche del software, che potrebbero attenere ad uno o più fondi.

Inoltre il cliente può  di scegliere in modo autonomo la composizione del proprio fondo, scegliendo soltanto i fondi che più gli fanno gola, dover necessariamente rispettare i consigli del software. Moneyfarm è vantaggiosa perché offre una gestione molto chiara, le cui spese e andamenti sono controllabili in ogni momento.

2. Il social trading

La seconda opzione è il social trading. Che cos’è? In cosa differisce dal trading online classico? Diciamo che se sei più esperto e ami il rischio, allora potresti tentare la strada del trading online per investire i tuoi 500 euro o meno, ma se non hai dimestichezza in questo mondo, il social trading potrebbe essere la risposta che fa per te,

Infatti si tratta di uno strumento che si basa sulle competenze e le strategie consigliate da trader più esperti.

Cosa significa? I tuoi investimenti possono seguire la scia e le azioni di un investitore che sta facendo fruttare al meglio i proprio risparmi e che mette a disposizione degli altri trader le sue strategie, consapevole del fatto che anche essere “copiati” comporterà un guadagno.

Il social trading si basa quindi sul funzionamento del trading online e sul vantaggio della comunicazione che il web sempre più permette: è proprio in virtù della condivisione globale e continua che nasce il social trading.

Quest’ultimo, tuttavia, è meno rischioso del trading e per questo è anche meno remunerativo. Ciononostante, se hai soltanto 300 euro circa a disposizione, rischiare meno potrebbe essere davvero consigliabile, in modo da non perdere i guadagni e i risparmi.

L’organizzazione è fondamentale, ti permetterà di non subire perdite importanti nella tua sfida. È per questo che ti consigliamo Moneyfarm e il social trading, anziché strade più rischiose: la prudenza è la via da seguire se non si vogliono avere rimpianti.

3. Investi in te stesso

Purtroppo per cifre basse non sono molti gli investimenti che ci sentiamo di consigliare: per questo investire su te stesso potrebbe essere una buona soluzione.

Ma cosa significa? Prova a pensare a ciò che potresti pagare con una cifra da 200 a 500 euro. Moltissimi corsi formativi hanno costi più bassi, dunque perché non decidere di puntare non su una piattaforma online, ma sulle proprie potenzialità?

Se la tua professione merita un corso di aggiornamento, o se pensi che studiare una lingua potrebbe renderti più spendibile sul mercato del lavoro, perché non approfittarne?

Certamente, con maggiori competenze, cambiare lavoro o ottenere una promozione sarà più facile, e il tuo stipendio potrebbe aumentare. Non è un consiglio da sottovalutare, sebbene esistano molte altre opzioni di investimento.

Vediamo perché potrebbe essere consigliabile fermarsi qui.

4. Dove non investire 200-500 euro

Hai sentito parlare di Titoli di Stato e avevi pensato di investirvi? Te lo sconsigliamo, fondamentalmente a causa della cifra bassa oggetto della nostra considerazione: si tratta infatti di  strumenti che hanno delle soglie minime di investimento di blocchi di 1.000 euro. Per potervi investire somme più basse, dovrai comprare un titolo di stato ogni 2 anni, oppure trovare qualcuno che frazioni tale investimento, ma è davvero difficile.

E le opzioni binarie? Le sconsigliamo sulla base dei nostri ragionamenti dei precedenti paragrafi: esse costituiscono delle vere e proprie scommesse, dove è difficile elaborare una strategia, se non impossibile. Giocare d’azzardo, perché di questo in fin dei conti si tratta, è la strada migliore per perdere tutto! A questo punto, non è meglio investire in se stessi, come consigliato poco fa?

Se hai questa somma da investire mensilmente, invece, potresti decidere di accumularla senza investirla fino ad ottenere una somma più consistente con cui vagliare altre ipotesi, oppure pensare ad un piano individuali pensionistici, oppure magari delle polizze vita. Tuttavia ricorda che tale tipologia di investimenti, ha  costi di gestione molto alti e per questo anche 500 euro al mese potrebbero non essere investiti al meglio con questa strategie.

Come abbiamo visto, quindi, se hai queste piccole somme ti consigliamo di valutare attentamente a come farle fruttare: non essere impulsivo e non farti attirare da false promesse che spesso nascondono delle vere e proprie truffe. Tutto sommato si tratta di un gruzzolo forse minimo se devi investire, ma troppo grande per poter essere perso per aver commesso una leggerezza.

Continuando a seguire Miglior  Conto sulla sezione dedicata agli investimenti potresti trovare altre soluzioni che potrebbero portarti a diventare un abile risparmiatore.

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *